• Slide_impatto.jpg
  • Slide_incremento-attivita-commerciali.jpg
  • Slide_qualita-accoglienza.jpg
  • Slide_soddisfazione.jpg

Il portale “Distretti del Commercio in Veneto”

Il portale DISTRETTO COMMERCIO nasce dall’esigenza da parte delle amministrazioni locali e delle maggiori associazioni di categoria del commercio, di dotarsi di unico strumento informatizzato a supporto del monitoraggio e l’analisi dello sviluppo dei nuovi Distretti del Commercio nella Regione del Veneto.

In particolare il portale mira a:

  • VENETO

    Creare un flusso di dati in rete in grado di rilevare gli andamenti delle attività dei Distretti del Commercio nella Regione Veneto.
  • Produrre statistiche (a livello di comune e in comparazione all’area provinciale e regionale) sull’economia e commercio dei singoli Distretti
  • Migliorare la condivisione dei risultati delle rilevazioni avviate nei diversi comuni orientate a coprire il gap informativo dei cosiddetti dati amministrativi con ulteriori informazioni quali-quantitative relative ad esempio ai trend di vendita, l’occupazione, la propensione all’acquisto o ancora la soddisfazione di commercianti (offerta) e consumatori (scindendo tra consumatori-residenti e consumatori-non residenti)
  • Supporto all’analisi degli impatti e ricadute economiche di eventi pubblici o privati sul commercio locale
  • Dare una chiara rappresentazione (barometro) dello stato di sviluppo e “salute” di ciascun distretto attraverso un set di indicatori strategici.
  • Dare indicazioni di policy sulla base delle statistiche e rilevazioni raccolte

 

 

Selvazzano

Chi

I Comuni di Selvazzano Dentro, Mestrino, Rubano e Veggiano condividono un territorio per molti aspetti omogeno, caratterizzato dalla forte componente rurale di vaste aree al di fuori del centro abitato, paesaggisticamente piacevoli e accattivanti, viceversa, i centri urbani si attestano e si sviluppano lungo importanti e trafficate vie di comunicazione in direzione Ovest, Regionale 250 e Provinciale 89 - Selvazzano, in direzione Nord Ovest, regionale 11 (ex statale 11) gli altri tre. Tali arterie rappresentano il volano principale dell’economia, infatti a cavallo di queste direttrici sono sorte e cresciute le zone industriali, si sono diffusi gli esercizi commerciali e i servizi, ha preso piede la grande distribuzione organizzata, ma allo stesso tempo, proprio per il fatto di costituire vie preferenziali di transito, tra Padova e Vicenza o verso i Colli Euganei, queste arterie ad alto traffico, costituiscono per certi versi anche un limite qualitativo e quantitativo al miglioramento e alla fruibilità del commercio di medio e piccolo calibro

Il partenariato, di cui è capofila il Comune di Selvazzano Dentro, è costituito dalle Amministrazioni Comunali di Mestrino, Rubano, Selvazzano e Veggiano, dalle Associazioni del Commercio, dalle imprese aderenti al Distretto e dalle Associazioni locali.

Perchè

Il Distretto Territoriale del Commercio promosso dai quattro Comuni nasce con l’intento di massimizzare l’attrattività dell’offerta commerciale rappresentata dalla piccola e media distribuzione, di migliorare l’accessibilità, la mobilità, la sicurezza e la qualità degli spazi pubblici e della loro fruibilità nell’ambito delle polarità identificate, inoltre intende portare avanti una politica di comunicazione integrata, prevedendo una collaborazione più stretta e coordinata con le attività mercatali presenti, mediante attività promozionali e programmazione di eventi.

Data la necessità di sviluppare anche processi di integrazione con altre iniziative economiche presenti negli ambiti di azione individuati (aziende turistiche, imprese artigiane, industria, grande distribuzione, etc.), occorre che il Distretto si orienti con il tempo verso un ruolo di federatore evitando il pericolo della sovrapposizione e duplicazione di iniziative derivanti dalla presenza sul territorio di Pro Loco, Gal, sistemi artigianali, distretti industriali.

Gli obiettivi condivisi dalle Amministrazioni Comunali, dalle Associazioni del Commercio e dalle imprese che costituiscono il Distretto sono rivolti alla ridefinizione, qualificazione e differenziazione dell’offerta rispetto alla GDO agendo tramite l’integrazione tra Commercio in sede fissa e commercio ambulante.

Emerge la necessità di una maggiore strutturazione della rete di relazioni tra i soggetti coinvolti. Il banco di prova sarà rappresentato dalla capacità del Distretto di individuare in modo chiaro, preciso e condiviso le responsabilità e le competenze di tutti gli attori, gli esercizi commerciali inoltre devono essere incentivati a sfruttare le opportunità offerte dal mettersi insieme e diventare reti di imprese.

Va rilevato come il Distretto abbia anche un’importante valenza sociale, in quanto la tutela e la valorizzazione delle aree urbane e dei centri è fondamentale non solo per favorire la permanenza dei piccoli e medi commercianti, ma diventa fondamentale per agevolare la quotidianità delle persone che vivono il luogo, soprattutto anziani e bambini.

Quando

Il Distretto è un programma pluriennale che si concluderà nel corso dell’anno 2016.

Dove

Il Distretto Territoriale del Commercio PASSAGGI A NORD-OVEST | LE “STATALI” DELLO STREET COMMERCE, si configura in cinque polarità distinte che includono le zone a maggior densità commerciale nei centri abitati di Mestrino, Rubano, Sarmeola (frazione di Rubano), Selvazzano Dentro, Tencarola (frazione di Selvazzano), e Veggiano e si concentrano prevalentemente lungo le direttrici viarie regionale 11( ex statale 11), tra Padova e Vicenza e Regionale 250 e Provinciale 89, meglio nota come Via dei Colli, tra Padova e i Colli Euganei.

Il tessuto centrale dei quattro Paesi coinvolti, presenta all’interno esercizi commerciali, servizi e attività ristorative di grande importanza per il territorio e in grado di offrire sia una funzione commerciale che sociale. Si tratta di polarità che comprendono un raggruppamento di attività commerciali di consistenza sufficiente a determinare effetti di sinergia e richiamo interessanti anche per i comuni limitrofi non coinvolti nel progetto.

Come

Tre le linee guida fondamentali a livello metodologico per la creazione della strategia di crescita del Distretto:

- Strategia condivisa

La formazione di un Distretto del commercio si basa su un approccio bottom up, parte cioè dal basso coinvolgendo i partner nella condivisione della metodologia di azione e delle linee strategiche individuate.

- Azione strategica di lungo periodo

La programmazione dello sviluppo di Distretto deve prevedere una linea di azione di lungo periodo: ovvero non ci si deve concentrare su interventi spot ma deve essere contemplata una strategia di sviluppo nel tempo. E’ per questo che si prevedono due percorsi di attuazione: una fase di avvio del Distretto con un Progetto Pilota per il quale si stima una durata di 18 mesi e una fase di consolidamento del Distretto con una programmazione più lungimirante.

- Implementazione

La strategia di Distretto per essere valida ed efficace deve basarsi su una direzione manageriale che funzioni da cabina di regia della programmazione e da collegamento tra i partner e le pubbliche Amministrazion